Il club

Cerchiamo di farvi capire perchè lo facciamo e con tanta passione!


CLUB 2 FRECCE TRICOLORI TREVISO E L’IMPEGNO SOCIALE. Il CLUB OSPITA AUSER POLARIS

Il club 2 Frecce Tricolori Treviso da sempre crede quale valore fondamentale l’impegno per il  sociale.

Il nostro club con grande orgoglio opera anche nel sociale a favore delle persone meno fortunate, e collabora come tutti i club Frecce Tricolori ad una raccolta annuale di fondi che vengono dati in beneficenza ad un ente scelto dalla Pattuglia Acrobatica consegnando la somma nella giornata dei club il Primo Maggio di ogni anno. Ma il nostro club crede anche che la solidarietà sia fatta di azioni quotidiane, di iniziative che se pur possono sembrare piccole hanno invece un grande valore aggiunto. Lasciamo la parola al Presidente del Club Gabriele Chinaglia raccontarci una recentissima iniziativa.

Come tante belle storie anche questa nasce quasi per caso, o se vogliamo invece credere in una logica differente accade quando varie tessere di un mosaico si compongono nel puzzle della vita. Per una casualità vengo a sapere che un conoscente Roberto e sua moglie Sonia, sono membri attivi di una organizzazione onlus, Auser Polaris che ha sede a Silea, e parlando con loro scopro che si occupano di integrazione sociale nei confronti di ragazzi diversamente abili, organizzando per loro eventi, occupandosi della loro vita quotidiana e cercando di dare il loro importantissimo contributo affinché questi ragazzi si possano integrare nella società in cui viviamo. Beh a questo punto mi suona un campanello in mente, perché non portare questi ragazzi a Rivolto a vedere un addestramento acrobatico della nostra pattuglia assieme a noi, e perché magari non farlo proprio in occasione dell’ultimo addestramento acrobatico il Primo Maggio? 

Incontro quindi la Presidentessa della associazione Sig.a Manuela Beni, una persona stupenda che dedica tanto del suo tempo libero a questi ragazzi, le accenno l’iniziativa che per noi club è realizzabile e vedo che viene da parte loro condivisa con grandissimo entusiasmo. Fantastico, ora passiamo alla parte operativa per organizzare questa uscita. Dopo avere ricevuto l’assenso alla unanimità del consiglio direttivo sottopongo la richiesta all’ufficio PR delle Frecce Tricolori ricevendo una risposta positiva, che francamente mi aspettavo conoscendo bene la sensibilità della PAN verso la solidarietà,  ma leggo nella risposta dell’ Ufficiale preposto Capitano Liberata D’Aniello, un particolare che mi ha fatto intendere che aveva  perfettamente compreso il senso della nostra richiesta:  “si, richiesta accolta ed i ragazzi con i loro accompagnatori saranno in pullman con voi, per vivere la giornata assieme a voi”.  A questo punto ci dedichiamo in dettaglio alla preparazione al meglio della giornata. Organizziamo un incontro propedeutico con i ragazzi al quale partecipo io con il nostro socio Domenico ed in una sala proiettiamo video delle Frecce Tricolori su un grande schermo raccontando quello che di li a breve vedranno. Fantastico, l’entusiasmo di questi ragazzi è palpabile, appuntamento a breve. Arriviamo al 1° Maggio, quella mattina anche la meteo ha deciso di farci un regalo speciale, e mentre tutti i giorni prima è piovuto, ed anche i giorni successivi , quella mattina già sin dalle prime ore della mattinata uno splendido sole primaverile colorava di azzurro il cielo con lo sfondo delle montagne innevate. Ore 7.30 pronti a partire con due pullman per Rivolto, in uno vi sono dieci ragazzi, i loro accompagnatori, il direttivo della Auser Polaris, oltre ad altri tanti nostri soci. Pullman pieno. Lo confesso.... ero un poco apprensivo per la paura che qualcosa potesse andare storto…. Incontro i ragazzi prima di salire in pullman, mi salutano con un sorriso ed un entusiasmo che mi emozionano, a seguire nel fare i saluti di rito al microfono una volta partiti chi mi conosce bene mi ha detto che la mia voce sembrava emozionata, mi fanno un applauso caloroso. Uno dei ragazzi mi chiede il microfono e le sue parole commoventi strappano un sorriso a tutti. Parla delle sue emozioni, del fatto che se ci fosse il suo papà oggi sarebbe con lui e lo terrebbe per mano,  ma che è con gli amici e sa che oggi si divertità. Bene, bene, penso ora arriva il bello. Arriviamo a Rivolto in base e ci avviciniamo al nostro gazebo dove un gruppo di amici e soci ci stavano aspettando, arrivati presto la mattina per allestire quanto serve per rifocillarci. Viene il momento del volo, riconosco il sibilo del Viper durante l’accensione, e suggerisco ai ragazzi di avvicinarsi alle transenne, per vedere veramente da vicino i piloti che passano in rullaggio e salutano tutti gli ospiti. Il volo si svolge magnificamente in una cornice bellissima, le montagne friulane innevate sono uno sfondo fantastico per gli scatti. fotografici I ragazzi sono al settimo cielo li vedo esultare di gioia e qualcuno tra di loro mi dice oggi è il più bel giorno della mia vita. Ora arriva la sorpresa organizzata per loro, dopo il volo si avvicinano al nostro gazebo alcuni specialisti della pattuglia, l’amico di  sempre Fabrizio assieme ad Andrea e una volta presentati ai ragazzi spiegando il loro ruolo in pattuglia rispondono ad un fiume di domande e si prestano volentieri ad una infinita serie di fotografie e selfie. Arriva un pilota della pattuglia, Alfio il quale il giorno prima mi aveva promesso che nonostante i tantissimi impegni sarebbe passato per un saluto, eccolo con il suo numero 2 in vista nella tuta blu. Il tempo di un saluto, delle foto, strette di mano ed abbracci ed è il momento di che i nostri amici della PAN ci debbono lasciare per altri impegni. Grazie amici, grazie di cuore!.  E’ il momento del brindisi finale con tutti  i nuovi amici ed i soci. Al rientro, in pullman sento i ragazzi parlare con i loro accompagnatori, entusiasti della giornata vissuta, fra me e me penso, ma dai… per così poco….  però poi qualche lacrima di commozione mi scende dal viso.  Concludo  questo racconto citando una delle frasi prese da uno scritto di Giorgio, uno dei ragazzi che ha voluto così ringraziare la Presidentessa di Auser Polaris   ….. “Noi ci siamo divertiti molto, ed è stata una delle più belle esperienze della mia vita. Marco che non aveva mai visto le frecce dal vivo si è commosso, non aveva mai visto le Frecce Tricolori “…

Grazie ragazzi, oggi tutti noi soci abbiamo vissuto grazie a Voi una bellissima giornata, e mi sento particolarmente orgoglioso di rappresentare questo club. Un ringraziamento speciale a tutti i nostri soci ed a tutti gli amici per quanto hanno voluto e saputo fare. Una piccola cosa? si forse, o forse una piccola cosa speciale, ma la sera già in viaggio per lavoro penso tra me e me... ben fatto!

Gabriele Chinaglia, Presidente Club 2 Frecce Tricolori Treviso

Per saperne di più su Auser Polaris:

http://www.auser.veneto.it/treviso-polaris/index.html

mail: polaris@auser.treviso.it

Nell'allegato potete scaricare in pdf la lettera originale dell'amico Giorgio